giovedì 2 aprile 2015

Estintore 2.0 - Due studenti spengono incendi con onde sonore

Credit by GMU
 Una nuova tecnologia rivoluzionaria promette risultati eccellenti nel campo della sicurezza contro gli incendi. Due studenti di ingegneria della George Mason University in Virginia (USA), Seth Robertson e Viet Tran hanno utilizzato le onde sonore per domare un incendio controllato.

L’estintore di nuova generazione è fatto da un amplificatore, un alimentatore e un collimatore, ha un peso di appena 9 kg ed è costato appena 550€, autofinanziato interamente con i risparmi dei due giovani esso non ha alcun componente chimico tossico all’interno e non ha acqua, ha infatti un basso come in tutte le nostre casse acustiche.
L’intenzione dei due promettenti scienziati è quella di installare il loro dispositivo su un drone, in modo da avere pieno controllo e non essere soggetto ad impedimenti fisici, spiega Tran: “Da grandi altezze le onde sonore si diffondono a 360° ed è possibile utilizzarla senza impedimenti gravitazionali”.
Anche in passato le onde sonore sono state impiegate nella lotta agli incendi, ma il nuovo estintore 2.0 è il primo nel suo genere in quanto è facilmente installabile e potrebbe essere venduto su larga scala.


Il principio adoperato dalle onde sonore è quello di applicare una pressione meccanica sui fattori che propagano gli incendi, in questo caso le onde sonore a bassa frequenza “schiacciano” l’ossigeno, estinguendo immediatamente le fiamme. Sono stati approfonditi anche vari studi su quale tipo frequenze adoperare e i due ingegneri hanno scoperto che le onde ad alta frequenza non funzionano molto bene, a differenza di quelle a bassa frequenza.
"L’ingegneria è rendere l'impossibile possibile" spiega Robertson, attualmente il loro estintore potrà domare piccoli incendi domestici, ma prossimamente i due ingegneri elettrici studieranno diverse applicazioni delle onde sonore in vari campi, anche quelli industriali. Buona fortuna!

Moving Forward.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...