domenica 28 settembre 2014

UPS offre stampe 3D a chiunque negli Stati Uniti

Credits by UPS Store
La UPS, famosa società di corrieri in tutto il mondo, dal 2013 ha predisposto negli Stati Uniti circa 100 punti dove chiunque, dal piccolo imprenditore all’inventore, può stampare i propri progetti con le stampanti 3D messe a disposizione.

Il processo è davvero semplice, bisogna recarsi in un punto UPS e seguire i passaggi automatici per dar forma alle proprie idee e creazioni, che tu sia un artista, un ingegnere o un professionista.
La qualità delle stampe dei progetti è alta, essendo garantita da stampanti 3D di alto livello, inoltre si garantisce anche una grande affidabilità per quanto riguarda la risoluzione degli oggetti e anche la grandezza, infatti è possibile stampare oggetti molto piccoli e anche oggetti grandi quanto un porta pane indicativamente.

La UPS è la prima società del genere ad avere già così tanti punti vendita ed è
C’è stato anche un imprenditore che ha stampato il prototipo del suo robot!

È Sempre più in espansione questo tipo di attività negli Stati Uniti.
Il vice presidente marketing e vendite presso The UPS Store, Michelle Van Slyke ha riferito: "Siamo impegnati ad offrire ai proprietari di piccole imprese, imprenditori e consumatori soluzioni ad alta tecnologia per assistere e soddisfare tutte le loro esigenze di business. Abbiamo lanciato il progetto pilota per valutare se ci fosse la domanda per la stampa 3D e siamo entusiasti di annunciare un ampliamento, dando ai proprietari anche di piccole imprese l'accesso alle stampe di alta qualità".

sabato 27 settembre 2014

Tre sedicenni vincono premio di Google per sfamare l’Africa

Si chiamano Ciara Giudice, Emer Hickey e Sophie Healy-Thow, irlandesi, sedicenni, hanno la passione per il giardinaggio e recentemente sono state vincitrici del “Google Science Fair 2014” con il loro progetto contro la crisi alimentare globale, soprattutto nel corno d’Africa.
La loro ricerca riguarda i batteri che fissano l’ azoto nel terreno associati con orzo e avena. I risultati sono stati incredibili: le ragazze hanno trovato i loro raccolti di prova germinati in metà tempo e hanno avuto un rendimento fino al 74% maggiore rispetto alla normalità, riducendo al minimo la necessità di fertilizzanti chimici aggiunti.

Il batterio utilizzato nei test dapprima su piante di piselli e poi sui cereali si chiama Rhizobium diazatrophic.

Il trio ha dichiarato: "Questi risultati hanno un potenziale significativo con un aumento delle rese di colture alimentari e la riduzione delle perdite dovute alle avverse condizioni atmosferiche. Essi offrono anche opportunità per ridurre l'impatto ambientale dell'agricoltura, riducendo l'utilizzo di fertilizzanti. Poiché la domanda di cereali aumenta con la crescita della popolazione, questa scoperta potrebbe agire come una soluzione parziale alla crisi alimentare".

Nel 2013 il trio di scienziate sono state premiate in un concorso nazionale di scienza. Hanno poi rappresentato l'Irlanda al Concorso europeo per giovani scienziati nel settembre 2013 dove hanno vinto anche il primo posto. Mentre al Google Science Fair 2014, hanno ricevuto un viaggio di 10 giorni alle Isole Galapagos, fornito da National Geographic, una borsa di studio di 50.000$ da parte di Google, un premio LEGO personalizzato fornito da LEGO Education e la possibilità di partecipare alla formazione degli astronauti presso la Virgin Galactic Spaceport nel deserto del Mojave.
Moving Forward

mercoledì 24 settembre 2014

Secondigliano riparte con ventata di cultura e attivismo


Ti piacciono i miei servizi? Finaziami su Patreon! http://www.patreon.com/vincebarbato

Il LaRSec, Laboratorio di Riscossa Secondiglianese è un'associazione culturale e di volontariato non profit composta da giovani volta alla riqualificazione territoriale, ambientale e sociale, si svolgono laboratori e corsi per sottrarre alla strada ragazzi ed educarli al senso civico, nel servizio sono proposte due iniziative.
La sensibilizzazione sulla pulizia stradale contro le deiezioni animali e la protesta propositiva contro l'inadempienza del comune di Napoli sull'installazione di bidoni della spazzatura.

Servizio di Vincenzo Barbato e Antonio Gison per NapoliFlash24.it

lunedì 22 settembre 2014

Casa prefabbricata confortevole ed economica a Milano

Nova Deko flat in Milan
La società edilizia australiana Nova Deko, ha costruito recentemente a Milano una casa modulare, tra i vari modelli spicca infatti il cosiddetto granny flats, ovvero "appartamentino della nonna". La loro casa si basa su un container da trasporto e comprende soluzioni salva spazio che lo rendono compatto ed spazioso allo stesso tempo. Grazie a meccanismi come porte a soffietto e armadi incorporati, la casa offre uno spazio di vita tale da non sentirsi rinchiusi in una scatola.

La versione aggiornata della casa è dotata di numerose opzioni, nel modello di base, che comprende una camera da letto con letto matrimoniale, bagno con doccia, vari ripostigli e una cucina. La cucina è dotata di due fuochi e un forno a microonde. In aggiunta a questi, la casa può avere una pedana adattata per climi più caldi.

Le porte in alluminio e di vetro pieghevoli arriveranno con il modello aggiornato, mentre il modello di base comprende delle porte scorrevoli. Scaffali e armadi a soffitto forniscono abbastanza spazio, lasciando ampio spazio per il movimento confortevole e senza ostacoli nell’appartamento. Modelli simili alla casa milanese costano circa 31.000€.

Moving Forward

domenica 21 settembre 2014

Dremel Rilascia la sua stampante 3D economica!

La famosa casa di produzione di utensili Dremel, ha lanciato a New York presso la conferenza “MakerCon” la sua stampante 3D a un prezzo davvero appetibile, si chiama Idea Builder e costa 780€ (999$), la scelta è risultata da una strategia per incrementare il consumo di massa sul mercato nell’ambito del 3D printing.

La stampante sarà acquistabile presso centri commerciali negli Stati Uniti e prima ancora su store on line come Amazon in tutto il mondo, il prodotto ha notevoli vantaggi quali, la leggerezza della struttura, un design accattivante, un manuale ben dettagliato rilasciato dalla società e non meno importante un area di stampa considerevole (230mm x 150mm x 140mm), il materiale che utilizzerà sarà solo il PLA (acido polilattico biodegradabile), in quanto non dispone di un piano riscaldabile.

Ha un singolo estrusore e una pratica modifica concede agli utenti di estrarre il modello senza problemi, anche l’ingombrò è ridotto grazie ad un sistema di raccoglimento laterale che darà l’impressione di meno parti in movimento, rendendo la struttura più bella esteticamente. La stampante è dotata di un software prodotto dalla casa madre e avrà tre tipi di impostazioni variabili per la risoluzione di stampa degli oggetti, 0,1 millimetri, 0,2 millimetri e 0,3 millimetri, che influenzeranno la velocità, più risoluzione vuol dire più tempi di attesa.

Ecco un video esplicativo della stampante
Moving forward!

sabato 20 settembre 2014

Svezia ricicla il 99% dei suoi rifiuti

 Grazie all’innovativo sistema di gestione dei rifiuti, la Svezia ora ricicla o riutilizza il 99% dei propri rifiuti, un miglioramento rispetto al 96% del 2012.
Il paese utilizza un sistema di gestione dei rifiuti che si concentra in ordine decrescente sulla: prevenzione, il riutilizzo, il riciclaggio, le alternative di riciclo e come ultima scelta, lo smaltimento in discarica. Mentre solo l’1% della media annuale, ovvero 461 chilogrammi di rifiuti che ogni svedese produce, va in discarica, è "l’alternative di riciclaggio" la fase che sta ancora causando controversie, in quanto comporta l'incenerimento di circa due milioni di tonnellate di rifiuti all’anno.

Mentre la Svezia si concentra fortemente sul non produrre rifiuti, in primo luogo, 32 inceneritori del paese bruciano quasi quanto la spazzatura che ricicla. Tuttavia sono circa 800.000 tonnellate di rifiuti che vengono importati dal Regno Unito, Italia, Norvegia e Irlanda, perché gli svedesi sono molto efficienti, riutilizzatori e riciclatori. L'impianto WTE (Energia dai rifiuti) consente di ricavare da tre tonnellate di rifiuti bruciati tanta energia quanta da una tonnellata di olio combustibile. 950.000 famiglie svedesi sono riscaldate con l'energia prodotta dal sistema e 260.000 famiglie sono alimentate da esso.

venerdì 19 settembre 2014

Esoscheletro da ai lavoratori dei cantieri navali una forza sovrumana

Credit by dsme.co.kr
La Daewoo in sud Korea sta attualmente testando sui lavoratori dei cantieri navali una nuova tecnologia che consentirà loro di aumentare la loro forza fisica per facilitarne le mansioni, si tratta infatti di un esoscheletro robot (come quello di Iron Man) che consentirà loro di sollevare attrezzature pesanti senza versare una goccia di sudore! Le previsioni future porteranno ai lavoratori di sollevare fino a 100 kg.

La tuta robot si indossa tramite un sistema di cinghie poste sul torace, schiena e gambe.
La tecnologia ha destato soddisfazioni nei lavoratori che sollevavano oggetti molto pesanti che richiedevano attrezzature altrettanto pesanti.

Attualmente l’esoscheletro può sollevare circa 30 kg e non può passare su pavimenti scivolosi o fare movimenti motori che richiedono torsioni multiple, la sua durata è di circa 3 ore, che Daewoo prevede di migliorare.
L’azienda spera di svilupparla fino a sollevare 100 kg, così da alleviare lo stress sui corpi dei lavoratori e ridurre drasticamente il tempo necessario per costruire una nave.

Moving Forward.

giovedì 18 settembre 2014

Frigorifero richiede 0 energia rinfrescare gli alimenti

MittiCool Refrigerator

Un materiale usato fin dall’alba dell’umanità ora viene ingegnerizzato per conservare meglio i cibi, si parla dell’argilla.

Mansukhbhai Raghavbhai Prajapati, vasaio e imprenditore indiano ha creato un frigorifero realizzato interamente in argilla che mantiene il cibo fresco senza l'uso di elettricità. La sua azienda, la MittiCool, con sede a Gujarat vende i frigoriferi per fornire un'alternativa economica alle persone nelle zone rurali che non possono permettersi i frigoriferi convenzionali.

Il frigorifero MittiCool utilizza l'effetto di raffreddamento naturale di evaporazione dell'acqua per mantenere le verdure fresche per un massimo di una settimana e conservare il latte per tre giorni prima della scadenza. L'acqua dalle camere superiori gocciola giù verso il lato inferiore del frigorifero rimuovendo il calore che evapora. L'acqua viene immagazzinata nella camera superiore e può essere bevuta tramite un piccolo rubinetto con un miscelatore.

Due sono i ripiani nella camera inferiore e vengono utilizzate per conservare gli alimenti, nel primo ripiano vanno riposti frutta e verdura, mentre nel secondo il latte.
Questo apparecchio green a prezzi accessibili è adatto a preservare il gusto originale di frutta e verdura, a differenza di molti modelli convenzionali che funzionano con l'elettricità. Non richiede o richiede pochissima manutenzione e ovviamente funziona anche in caso di black out!

Moving Forward.

Video esplicativo

mercoledì 17 settembre 2014

Violino elettrico stampato in 3D funzionante!


L’ingegnere meccanico David Perry, fondatore della Openfab PDX ha disegnato e “stampato” un violino pronto all’uso.
Si chiama F-F-Fiddle (pronunciato EFF-EFF-violino), ed è un violino in scala reale elettrico, progettato con Autodesk 360, che può essere prodotto con una stampante 3D.

Tutte le parti possono essere stampate senza materiale di supporto, il violino finito è completamente funzionale e divertente da suonare!

Il violino attuale è il settimo prototipo fisico e l'ottava revisione del disegno. Ogni prototipo è stato testato e migliorato per la qualità del suono. Di seguito il collegamento con la pagina su come stamparlo, costruirlo e rimanere aggiornati sul progetto.

lunedì 15 settembre 2014

Scienziati inviano messaggi da un cervello all'altro

Carles Grau et al., PLOS One, 2014. CC BY 2.5.
Un gruppo di neuroscienziati di nazionalità diverse, dalla Spagna alla Francia, dagli stati uniti all’India, hanno inviato con successo un messaggio dal cervello di una persona dall’India, ai cervelli di tre persone in Francia, utilizzando attrezzature lettura delle onde cerebrali e Internet.
l team di ricerca, compresi i neuroscienziati e ingegneri provenienti da università e start-up in Europa e negli Stati Uniti, hanno dopo vari sforzi inviato solo due messaggi in questo modo: ". Ciao" "hola" e Immaginate di provare a inviare "bonjour" o "buongiorno".

Il processo è lento e farraginoso. Inoltre non fa uso di nessuna tecnologia invasiva.
Sono stati utilizzati software neurorobotics e hardware sviluppati da diversi laboratori negli ultimi anni.
Sul paper originale vi sono anche le istruzioni del processo innovativo, qui ve le ripropongo.

sabato 13 settembre 2014

19 tecnologie che cambieranno il mondo positivamente


In tutto il pianeta, le nuove tecnologie e modelli di business stanno decentralizzando il potere ponendolo nelle mani delle comunità e degli individui. Qui mostrato un elenco di 19 tecnologie atte a realizzare tali scopi, è consigliata una sufficiente conoscenza dell’inglese per aderire e una buona dose di apertura mentale.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...