giovedì 24 ottobre 2013

Formazione online: il laboratorio virtuale

Fonte: kurzweilai.net
L’Open Science Laboratory (foto: Open University)
Le università di tutto il mondo si stanno affrettando a collaborare con i maggiori istituti di MOOC (corsi online gratuiti) in un’iniziativa che - a detta di molti - potrebbe rivoluzionare l'istruzione superiore, riferisce Nature News.
Ma per molti educatori i MOOC non sfruttano ancora a pieno il potenziale di questo strumento rivoluzionario. Le competenze pratiche vanno acquisite attraverso l'esperienza: attività come la pratica diretta e il problem-solving, tradizionalmente previste nei corsi di laboratorio, assieme alle esercitazioni sul campo, ai tirocini, e infine alla partecipazione a progetti di laboratorio di un universitario più anziano.
Trasportare tali esperienze online è difficile, ma i ricercatori di tecnologie didattiche hanno compiuto notevoli passi avanti nell'ultimo decennio, grazie agli smartphone, ai software per giochi immersivi e ad altre tecnologie in rapida evoluzione.
Ormai quasi tutte le ricerche di laboratorio sono disponibili online attraverso l’Open Science Laboratory della Open University. Proprio come molti scienziati operativi, gli studenti possono raccogliere dati reali attraverso strumenti controllati a distanza, come ad esempio uno spettrometro γ-ray che identifica elementi e isotopi e un telescopio di 0,43 metri a Maiorca, in Spagna. Inoltre gli studenti possono esaminare dei dati reali attraverso strumenti scientifici simulati, come ad esempio il microscopio virtuale, per osservare immagini ad alta risoluzione anziché degli esemplari veri.
Tra i pionieri del settore spicca Paulo Blikstein, direttore del Laboratorio di Tecnologie di Apprendimento Trasformativo presso l'Università di Stanford in California, che propone di corsi dei laboratorio digitale di ultima generazione. Uno di questi utilizza strumenti controllati a distanza presso un laboratorio di biologia centralizzato.
Il fisico Michael Schatz del Georgia Institute of Technology ha creato il corso “Introduzione alla Fisica I”, un MOOC dedicato alla scienza elementare del movimento. no dei primi MOOC ad integrare pienamente l’apprendimento pratico, questo corso prende spunto dalla consapevolezza che ormai quasi tutti gli studenti in circolazione hanno uno smartphone dotato di fotocamera.

Referenze:
·Pellegrino, J. W. & Hilton, M. L. (eds), Education for Life and Work: Developing Transferable Knowledge and Skills in the 21st Century, National Academies Press, 2012 (free download with registration)
Argomenti: Telepresenza/Telemedicina/Formazione Online

Traduzione verso l’italiano di Sarah Jane Webb

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...