venerdì 26 luglio 2013

Costruzione prototipo stufa a pirolisi con Open Source Ecology Napoli


Insieme ai ragazzi di open source ecology abbiamo ultimato un primo prototipo di stufa a pirolisi parziale, per ottenere una pirolisi "pura" occorre tenere tutto sigillato ed evitare l'immissione di ossigeno.
Il mini gasificatore è stato molto semplice da costruire, economico (10-15€) ed efficiente, abbiamo impiegato circa 20min in totale e con circa 600g di pellet si è ottenuta un'accensione di circa 30-40min e si è ottenuto gas e di pochissima CO2, la prova del successo è stato nel biochar come rifiuto come si può vedere nelle foto, ricordiamo che il biochar è un buon fertilizzante e può essere riusato per una seconda combustione come sostituto della comune carbonella, però con CO2 quindi conviene tenerla all'aria aperta o avere una canna fumaria come in tutti i barbecue.

Nelle prossime settimane elaboreremo un progetto molto più efficiente, che potrà essere utilizzato come stufa da balcone o cucina esterna, ricordiamo che questo genere di gasificatore potrebbe in linea teorica essere utilizzato in casa, noi testeremo questa eventualità con un sistema a presa stagna e areazione, voi non usatela per ora in casa, in caso contrario consigliamo di tenere un sistema di areazione, perché con una stufa costruita per bene nella fase di pirolisi si ottiene quasi zero CO2, ma quando il combustibile termina di essere bruciato allora si genera biossido di carbonio, che è altamente nocivo.
Se avete dei consigli o domande siamo a vostra disposizione
Alla prossima

Moving Forward

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...