martedì 14 maggio 2013

Un uomo riceve la nuova mano bionica con pollice elettrico opponente

Fonte
Traduzione di Maria Pia Lanfranchi e Vincenzo Barbato

Il 12 gennaio Matt Razink ha ricevuto una mano artificiale dotata di un pollice opponente elettrico. Michelangelo Hand (La Mano Michelangelo) ha consentito a Rezing un controllo aggiuntivo così superiore da non aver più bisogno di cambiare accessori protesici in base al compito da svolgere. La nuova mano fa tutto.
Il posizionamento del polso è solo una delle molte migliorie che fanno percepire agli amputati la Mano Michelangelo come più naturale.

L’abitante del Wisconsin aveva perso parte del proprio braccio in una macchina frantuma-pietre sei anni fa. Si recò all’Advanced Arm Dynamics di Maple Grove, in Minnesota, per provare la taglia per la nuova mano. La Advanced Arm Dynamics lavora a stretto contatto con Otto Bock, realizzatore delle mani bioniche avanzate guidate dall’attività elettrica di nervi e muscoli dell’avambraccio.
Rezink ha avuto la Mano solo da poco, ma già c'è stato un’enorme differenza. “Per me è più naturale” ha riferito alla CNN. “E’ come è sempre stato, prima che io perdessi il braccio.” Nei giorni e settimane a venire, il suo controllo sulla mano non potrà che migliorare se continuerà ad allenarsi su di esso.
Insieme al pollice elettrico opponente, la Mano Michelangelo alimentata a batteria dispone di una modalità neutra per la naturale posizione di riposo della mano, e di un polso flessibile che può essere mosso su e giù e ruotato verso l’interno e verso l’esterno.
Un software avanzato e la migliore elaborazione del segnale elettrico hanno inoltre aumentato la reattività e il controllo, rendendo così i movimenti molto più istintivi. Un programma informatico viene utilizzato per personalizzare i settaggi su ogni paziente per ottenere la massima versatilità. I movimenti sono controllati da due driver che controllano separatamente le dita e il pollice. Le punte delle dita sono realizzate in materiale duro e morbido insieme, che imita strettamente la struttura reale delle punte delle dita per una presa più naturale. La pelle in PVC inoltre sembra incredibilmente reale, ed è disponibile in diverse varianti di colore per un aspetto più naturale.
Nel seguente video della Advanced Arm Dynamics, il sergente in congedo Ethan Payton fa una dimostrazione della Mano Michelangelo. Penso che voi tutti concordiate sul fatto che il livello di controllo è piuttosto notevole. La Mano è di sicuro un punto di svolta nel campo della protesica superiore.
Dieci soldati statunitensi che avevano perso le loro mani combattendo in Iraq e Afghanistan hanno ricevuto le Mani Michelangelo, ma Rezink è il primo civile.
Il controllo aggiuntivo non è a buon mercato. una Mano costa circa 100,000 $ e alcune compagnie assicurative non ne coprono il costo. Secondo (la stazione televisiva) Kare11 di Minneapolis, Rezinks sta attualmente portando avanti una trattativa con la propria compagnia assicuratrice perché lo aiutino a coprire il costo.
La grande maggioranza degli amputati subisce la perdita di un arto inferiore. nel 2005, 623 Americani hanno subito l’amputazione di uno degli arti inferiori mentre solo 41 hanno perso uno degli arti superiori. La Advanced Arm Dynamics spiega che la grande disparità può distogliere molti protesisti generici dall’investire sulla preparazione e gli strumenti specialistici richiesti per trattare gli amputati di arto superiore. Quando Rezink ha perso la sua mano la sua più grande preoccupazione era non essere in grado di tornare al lavoro, per provvedere alla propria famiglia. Si spera che la Mano Michelangelo offra una via di ritorno alla vita “come era sempre stata” a Rezink e agli altri che aspettano una mano che sia più simile a quella che avevano perso.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...