mercoledì 22 maggio 2013

Scienziati sostengono di aver progettato un computer che non va mai in crash



Fonte
Traduzione di Maria Pia e Vincenzo Barbato

Un computer che va in crash è nel migliore dei casi fastidioso e nel peggiore dei casi una catastrofe. Ma ora un team di scienziati ha sviluppato un nuovo tipo di computer che non va mai in crash, e fa affidamento sul caos e la casualità per avere successo nell’impresa.
Il New Scientist riporta che il nuovo computer “sistemico”, progettato e costruito alla University College London, è sostanzialmente differente dai computer che usiamo abitualmente. I computer di oggi macinano liste: estrapolano operazioni dalla memoria, lavorano su di esse, e poi immagazinano i risultati di nuovo nella memoria, prima di passare all’operazione successiva. Un nucleo informatico non è mai realmente multitasking, lo sembra solo.
Il nuovo computer, invece, collega i dati alle istruzioni relative a ciò che si deve fare con essi, e divide i diversi risultati in sistemi separati. Il New Scientist spiega:
 
invece di usare un programma di calcolo, i sistemi sono eseguiti in momenti definiti mediante un generatore di numeri pseudocasuali, progettato per imitare la casualità della natura. I sistemi eseguono le loro istruzioni contemporaneamente, senza che un sistema abbia la precedenza sugli altri....
Essenzialmente, il computer sistemico contiene copie multiple delle sue istruzioni distribuite attraverso i suoi molti sistemi, così se un sistema si guasta, il computer può accedere ad un’altra copia intatta per riparare il suo stesso codice. E diversamente dai sistemi operativi convenzionali che vanno in crash quando non possono accedere ad un pezzo di memoria, il computer sistemico procede senza interruzioni, perché ogni singolo sistema è dotato di una propria memoria.


Il risultato? Un computer che non si guasta mai perché ripara i dati corrotti “al volo”. Ma non aspettatevelo sulle vostre scrivanie troppo presto.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...