lunedì 20 agosto 2012

Zeitpillola | Politica e sistemi decisionali 4/5


Quarta parte: Il consenso razionale

Credits:
Concept, Editing audio e video:
Ezio Coriglione e Vincenzo Barbato
La voce fuori campo è di Sisco.

La musica di sottofondo è in Licenza CC:
· Ezietto - ZG theme (Orchestral Version)
· Imaginary Soundtrack Project - City Lights (Original Version)

Testo:

In un sistema democratico, per spingere verso una decisione, è sufficiente convincere le masse a pensarla in una certa maniera utilizzando i mass-media, manipolando l'opinione pubblica, creando figure carismatiche.
La democrazia quindi può arrivare a decisioni illogiche e talvolta irresponsabili a causa dell'immaturità di chi ne fa parte.
Con un basso livello culturale e di consapevolezza sociale, probabilmente la popolazione continuerebbe ad ignorare le guerre pretestuose, continuerebbe incurante a sporcare l'ambiente, a creare divisioni di classi ed a discriminare le minoranze.
Si potrebbe erroneamente pensare sia necessario che pochi individui responsabili possano prendere le redini del potere nell'interesse della stessa collettività che non sa autogestirsi, così come farebbe un genitore col suo bambino che non ha ancora imparato a camminare.
Purtroppo la storia ci ha più volte dimostrato che questa visione paternalistica abbia generato regimi oligarchici, talvolta persino totalitari e contrari al benessere e alla felicità di tutti.
Una valida alternativa alla democrazia è il sistema decisionale basato sul consenso razionale, che adotta il metodo scientifico, basato su sperimentazione e conoscenza, scartando le opinioni sterili e senza fondamento, rifiutando leader carismatici.
Il consenso razionale non ha bisogno dell'unanimità e neanche della maggioranza, non ha gerarchie di potere.
La decisione presa sarà approvata da tutti, perchè ciascuno non potrà che accettare le evidenze a sostegno, non potendo opporre contestazioni oggettive.
In questo metodo decisionale contano le idee, non l'influenza delle persone.
Non si ricorre alla legge della folla, i voti senza una spiegazione, senza un valido motivo, non contano, non vince la maggioranza, non è una gara di popolarità.
Questo sistema privilegia la migliore proposta, sostenuta con evidenze tangibili, con argomentazioni dimostrabili, verificabili ed attendibili.
Pertanto è importante che chi partecipa a tale sistema abbia un'adeguata educazione e competenza.
E' il metodo adottato da wikipedia nella creazione collaborativa delle sue pagine.
Le multinazionali miliardarie, affermate ed efficienti, adottano tutte questo metodo.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...