sabato 26 novembre 2011

Condannati Bush e Blair per crimini di guerra in Malesia.

L'ex presidente degli Stati Uniti George Bush e il suo ex collega Tony Blair sono stati giudicati colpevoli di crimini di guerra dal Tribunale di Kuala Lumpur in Malesia.I giudici hanno deciso all'unanimità che Bush e Blair commisero un genocidio, crimini contro la pace e l'umanità quando invasero l'Iraq nel 2003 violando palesemente le norme del diritto internazionale. 
I giudici hanno stabilito che la guerra contro l'Iraq dichiarata dagli ex capi di stato U.S.A. e U.K. è stata un flagrante abuso di diritto, atto di aggressione che ammontava a un omicidio di massa del popolo iracheno.
Nel loro verdetto, i giudici hanno affermato che gli Stati Uniti, sotto la guida di Bush, hanno deciso di invadere l'Iraq, grazie a documenti falsi per sostenere che l'Iraq era in possesso di armi di distruzione di massa.
Sia Bush che Blair hanno ripetutamente affermato che la cosiddetta guerra contro il terrorismo era destinata ai terroristi.
Avvocati e attivisti per i diritti umani presenti dicono che il verdetto del tribunale è una decisione storica.
Kuala Lumpur e la Fondazione per i crimini di guerra hanno preso la decisione di voler influenzare la Corte penale internazionale, a carico dell'ex presidente degli Stati Uniti George Bush e l'ex premier britannico Tony Blair per crimini di guerra.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...