mercoledì 7 settembre 2011

Ricavate da scaglie di pesce ossa umane resistenti.

Gruppo di ricerca  coordinato da Junzo Tanaka del Tokyo Institute of Technology, è riuscito ad usare scaglie di pesce per lo sviluppo di ossa artificiali. 
Si sono resi conto che il collagene che costituisce le squame di pesce, ha una struttura simile allo strato più spesso della cornea umana, lo stroma corneale."Fino ad ora, è stato utilizzato il collagene dalla pelle di maiale, ma ci sono virus che sono comuni ad uomini e animali, il che significa che i virus nei suini possono migrare verso le persone e quindi causare malattie.
Con i pesci non accade, una caratteristica di questo nuovo materiale è la notevole sicurezza, inoltre l'osso artificiale a base di pesce può avere una densità molto più alta, così un'altra caratteristica è che quest'osso artificiale può essere molto forte. 
Quando il materiale è impiantato nel corpo, il collagene ittico si converte in osso più velocemente, per fare un esempio, con osso artificiale a base di collagene suino, ci vogliono circa sei mesi perché il materiale si converta in osso dopo che è stato impiantato, invece se realizzato con collagene di pesce raggiunge lo obiettivo in circa tre mesi, quindi converte molto velocemente ".

Il gruppo prevede di continuare la sua ricerca, con l'obiettivo di indagare il processo di conversione delle ossa ulteriormente, e aumentare la resistenza del nuovo materiale.
L'obiettivo è quello di abilitare questa tecnologia da utilizzare nel trattamento per le persone anziane, che guariscono più lentamente, e come materiale base per la terapia di rigenerazione ossea.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...