sabato 10 settembre 2011

Nuovo materiale promettente nella cattura di sostanze inquinanti.

Le tecniche di addolcimento dell'acqua sono molto efficaci per la rimozione di minerali come calcio e magnesio.
Ma molti metalli pesanti ed altri inquinanti inorganici formano ioni carichi negativamente in acqua, resistenti ai processi di depurazione, inoltre sono inefficienti e costosi.
I chimici della University of California Santa Cruz, hanno ora sviluppato un nuovo tipo di materiale che può assorbire sostanze inquinanti caricati negativamente dall'acqua. Il nuovo materiale, chiamato SLUG-26, potrebbe essere utilizzato per il trattamento di acque inquinate attraverso un processo di scambio ionico simile all'addolcimento dell'acqua."Il nostro obiettivo negli ultimi 12 anni è stato quello di creare materiali che possono intrappolare le sostanze inquinanti, ed abbiamo finalmente ottenuto quello che volevamo. I dati mostrano che il processo di scambio funziona", ha dichiarato Scott Oliver, professore associato di chimica all'Università di Santa Cruz.
Il nome chimico per SLUG-26 è ethanedisulfonate idrossido di rame.
Ha una struttura a strati di carica positiva bidimensionale con un'elevata capacità di trattenimento degli ioni negativi. Oliver e lo studente laureato Honghan Fei ha descritto il composto in un articolo che sarà pubblicato sulla rivista Angewandte Chemie ed è attualmente disponibile online.
I ricercatori si stanno attualmente concentrando sull'uso di SLUG-26, per intrappolare il metallo radioattivo tecnezio, che è una delle principali preoccupazioni a lungo termine per lo smaltimento delle scorie radioattive. Tecnezio viene prodotto nei reattori nucleari e ha una lunga vita, circa 212 mila anni. Esso costituisce una minaccia per le falde acquifere sotterranee.
Nei loro studi iniziali, i ricercatori hanno usato manganese, che costituisce uno ione negativo, il permanganato, non radioattivo ma analogo al tecnezio. 
Il prossimo passo sarà quello di lavorare con tecnezio e vedere se SLUG-26 si comporta efficacemente.
"Che possa essere usato nel mondo reale è ancora da vedere, ma finora sembra molto promettente," ha dichiarato Oliver.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...