sabato 6 agosto 2011

La rivoluzione Robotica: Il tuo lavoro può essere il prossimo

Senza dubbio l'America ha raggiunto l'età del robot. Negli ultimi anni, centinaia di innovazioni robotiche hanno fatto notizia: gli aerei senza pilota, bot nello spazio, robot che danzano, Google Car, Watson al quiz Jeopardy. Ora, il presidente Obama vuole ancora di più.
Il mese scorso Obama ha annunciato l'iniziativa nazionale robotica, un impegno a investire 70 milioni di dollari nella robotica di nuova generazione che permetterà "di aiutare i lavori in fabbrica, operatori sanitari, soldati, chirurghi ed astronauti", e hanno già fatto lavori piuttosto pesanti: Ci è voluto un robot per tappare  milioni di litri di greggio della BP versati nel Golfo del Messico, e solo un robot poteva controllare i livelli di radiazioni nella centrale nucleare di Fukushima.
Le macchine sono in rapida evoluzione ed assumeranno centinaia di migliaia di posti di lavoro umani, secondo Martin Ford, autore di The Lights In the Tunnel: Automation, Accelerating Technology and the Economy of the Future.
Ford crede che una crisi occupazionale massiccia è inevitabile anche prima di avere il tempo di riprendere fiato e recuperare dalla crisi economica. In un'intervista con The Fiscal Times, Ford discute di lavoro perché nessuno è al sicuro, perché di posti di lavoro persi nella recessione non sono mai tornati.
The Fiscal Times (TFT): Lei dice che i robot sono pronti a prendere il basso salario dei cassieri, dipendenti dei fast-food, assistenti d'ufficio, e anche alcuni lavori come radiologi?

Martin Ford (MF): macchine e computer stanno migliorando ad un ritmo esponenziale, e penso che forse entro 5-10 anni le cose arriveranno al livello in cui le macchine inizieranno a superare le capacità della maggior parte delle persone che fanno lavori di routine. Baso questa parte sulla mia convinzione che la maggior parte del lavoro è di routine. Non ci sono molte persone pagate per pensare creativamente.

TFT: Ma non si parla di automazione da anni? Perché non è ancora successo?

MF: La tecnologia necessaria non esisteva allora. Non si tratta di costruire il braccio del robot, si tratta di controllare il braccio del robot, è su come rendere la macchina pensante e siamo a quel punto ora. E' la prima volta che abbiamo avuto questo livello di tecnologia che permette alle macchine di risolvere i problemi da sole, di interagire con l'ambiente, per analizzare immagini visivamente.

TFT: Nell'opinione comune è che la tecnologia quando avanza crea posti di lavoro. Sta dicendo che non lo farà più?

MF: Finora, i progressi tecnologici ci hanno permesso di diventare più prosperi e spingere la crescita economica, ma la ragione che ha reso i lavoratori più produttivi e che macchine e computer sono stati gli strumenti. Ad un certo punto, stiamo per concepire macchine che smettono di essere strumenti da utilizzare da parte dei lavoratori e diventano i lavoratori. Senza un reddito, la gente non può partecipare all'economia. Alan Blinder, economista di Princeton, ha parlato di come aumentare la produttività economica non sarà più trasmessa ai lavoratori sotto forma di salario. Al giorno d'oggi quando vediamo un aumento di produttività, [il beneficio finanziario] finisce nella parte alta, va al direttore generale agli azionisti, ma i lavoratori non ottengono niente. E 'difficile avere più prosperità sotto questo sistema perché i lavoratori iniziano a perdere posti di lavoro e vedere salari più bassi, non possono partecipare all'economia come consumatori. 

TFT: Come si potrebbe ricollegare l'economia di adattarsi a questo?

MF: Se è in un punto dove non ci sono abbastanza posti di lavoro o se quei lavori non forniscono un reddito sufficiente per le persone a coprire le loro spese di base, penso che bisogna avere una qualche forma di tassazione progressiva e ridistribuzione. In questo momento, ci stiamo muovendo nella direzione opposta, stiamo parlando di austerità, sembra che stiamo andando a distruggere le poche reti di sicurezza che abbiamo per i lavoratori, e onestamente penso che sia una mossa disastrosa. La situazione attuale in cui ci troviamo potrebbe davvero sprofondare e mentre stiamo aspettando che il mercato del lavoro recuperi, queste tecnologie stanno continuando ad accelerare e sarà più difficile ottenere questi posti di lavoro indietro. Sarà come correre su per la scala mobile verso il basso. L'autore economista David è giunto alla conclusione che i posti di lavoro a medio raggio che sostenevano una solida classe media sono praticamente spariti. 

TFT: Quali sono i posti di lavoro a medio raggio?

MF: segretari, assistenti amministrativi, lavori d'ufficio. Se siete persone diverse da un amministratore delegato non hai più una segretaria, si dispone di un computer, quel tipo di lavoro è già stato eliminato. I lavori che consistono nel porsi davanti ad un computer sono più suscettibili all'automazione perché possono essere automatizzati con i software, non hanno bisogno di robot. Vi è ora un software che sfoglia pagine e pagine di documenti per capire quali sono importanti per un caso giudiziario, lavoro effettuato in passato da avvocati e paralegali. I lavori noiosi saranno i primi ad essere colpiti.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...