giovedì 30 giugno 2011

Futuro dell'eolico: stoccaggio dell'aria

L'energia eolica è una grande fonte di energia, ma per usarla al massimo delle sue potenzialità, abbiamo bisogno di capire come immagazzinare l'energia che produce nei momenti in cui non ne abbiamo bisogno (soprattutto di notte). Vari progetti sono stati proposti per fare questo, anche utilizzando le batterie delle auto ibride ed elettriche, sia alla fine della vita della vettura o con connessioni vehicle-to-grid (V2G), pompando acqua, o tenendola in enormi riserve dietro dighe idroelettriche. Ma non abbiamo ne molti veicoli elettrici, ne altri luoghi non hanno molta idroelettrica, invece lo stoccaggio di aria compressa sembra un idea interessante in questo momento. Una società sta lavorando su questo SustainX.
Il funzionamento è questo: l'elettricità viene utilizzata per comprimere l'aria, che è conservata in caverne sotterranee o falde acquifere, quando serve, l'aria è poi rilasciata per azionare una turbina-generatore per produrre elettricità. Lo stoccaggio di aria costa circa un decimo rispetto al progetto di conservazione tramite batterie, ma non è molto usato perché richiede un luogo con lo spazio di immagazzinamento sotterraneo.
Il Sistema SustainX elimina questo problema, perché può utilizzare in modo efficiente serbatoi esterni di stoccaggio, piuttosto che in caverne sotterranee.
L'azienda riduce i costi utilizzando pistoni piuttosto che le turbine per generare elettricità, il sistema infatti può immagazzinare più energia grazie alla maggiore efficienza dell'aria compressa che aziona in maniera più efficiente i pistoni.
Quindi, fondamentalmente, lo scopo di SustainX è la riduzione dei costi.
Ecco una info grafica per rendere meglio l'idea

SustainX ha raccolto 20 milioni di dollari di capital venture per far sii che il porgetto vada in porto. Good luck ;)

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...