martedì 24 maggio 2011

Svolta energetica per il Giappone

Mentre abbiamo assistito al disastro di Fukushima dove sono crollate case e distrutte migliaia di vite, e che continueranno a susseguirsi a causa della fusione dei noccioli dei reattori giapponesi che provocheranno tumori e leucemie, è di grande consolazione per chi investe e crede nella filosofia rinnovabile constatare che non 1 pala eolica sia stata intaccata dal pericoloso terremoto, a dimostrazione di cosa sia capace questa energia e quante vite avrebbe salvato a lungo termine, di fatti il Giappone ha pensato ad una svolta, spegnere i reattori vecchi e interrompere la costruzione di nuovi, ed andare verso le green energy, infatti il Giappone annuncerà in una riunione del G8 in Francia il prossimo giovedì, un obbligo entro il 2030 di avere su tutti i nuovi edifici pannelli solari.
Se si considera l'energia eolica come fonte di energia, è meglio pensare in grande, i progetti giapponesi ZENA stanno lavorando allo sviluppo di un nuovo tipo di generatore di energia eolica, più efficiente delle normali pale.
L'edificio esagonale alto 50 metri agisce essenzialmente come un grande accumulatore, che comprime il vento da tutte le direzioni, e poi l'aria che scorre veloce attraverso una serie di generatori a terra, l'ambizioso progetto è il primo del suo genere, e comprende un impianto di desalinizzazione, immagazzinamento di energia in loco e un centro visitatori, se funziona questo progetto, il vento potrebbe un giorno arrivare sfruttare i venti nel cielo e potenziare la nostra rete.
L'azienda spiega l'operazione come una tecnica di compressione a tre punti che prende il vento da qualsiasi direzione, comprimendo e accelerando il vento in una galleria posta al centro della torre esagonale, l'aria fluisce verso il basso per una serie di turbine che trasformano l'energia del vento in energia elettrica, la società sostiene che il sistema non è vincolato dalla teoria dei limiti di Betz, che stabilisce il massimo sfruttamento di energia intorno al 59,3%.
Per scuotere il settore ancora di più, il progetto prevede di accumulo di energia in loco, che ZENA spiega sul suo sito web: "L'EAS è un nuovo sistema di accumulo dell'energia utilizzata per stock, generata dal sistema di torri eoliche.
Vantaggi che la compagnia assicura di portare con questo innovativo sistema:
  1. Alta quantità di energia prodotta.
  2. Costo efficiente, e ritorno immediato dei costi di investimento.
  3. Facile e poco costosa manutenzione.
  4. Include Nuovo concetto di distribuzione energetica.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...