martedì 10 maggio 2011

L'agricoltura hi-tech divampa come un virus!

Appena fuori Camarillo, una città della California immersa nella splendida Santa Maria Valley, ci sono strane strutture che si delineano all'orizzonte. Invece di essere alti edifici o nuovi centri commerciali sono serre, o più precisamente serre idroponiche.Le due serre sono di proprietà di aziende agricole Windset Farm, un business basato sull'agricoltura idroponica con un'ottima reputazione per i progetti su larga scala.
Attualmente il sito ha 2 serre con lo spazio confezionamento e lavorazione, anche se in un prossimo futuro il numero delle serre idroponiche raddoppierà, Le serre in questione sono un massiccio complesso alto 8,5 metri e coprono una gigantesca area di 32 acri (129.500 metri quadrati!), quando il progetto finirà ci saranno un totale di 128 ettari (518.000 metri quadrati) sotto il tetto a serra, pari a 5.700.000 di metri quadrati di idroponico all'aperto, da ricordarsi che l'idroponico può strutturarsi su più livelli!
Santa Maria Valley è stata scelta grazie al suo clima temperato e la quantità elevata di sole, il che significa che la produzione può essere ottimizzata in pratica 365 giorni l'anno. Tuttavia, non è solo il clima che aiuterà la produzione alimentare, la società olandese KUBO è stata responsabile per l'attuazione di un progetto elaborato per incrementare l'efficienza e la crescita delle piante nelle serre, includendo anche le più recenti tecnologie agricole. Il risultato di questa tecnologia assieme al clima benefico, stima rendimenti 10-20 volte di più rispetto a quelli offerti con i tradizionali metodi di coltivazione.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...