mercoledì 4 maggio 2011

Bullismo: la cura sta nel genitore

Con tutte le attenzione dei media sui giovani tormentati dai bulli, i genitori chiedono che cosa possono fare le autorità per proteggere i loro figli, la domanda utile da chiedersi invece è, come possono i genitori impedire ai loro bambino di diventare un bulli?

Nuove ricerche che sono state presentate per Domenica 1 maggio, presso alla riunione annuale del Pediatric Academic Societies (PAS) a Denver, hanno dimostrato che i genitori possono svolgere un ruolo chiave nel ridurre le probabilità che il loro figlio/a o intimidisca altri bambini.
I ricercatori, guidati da Rashmi Shetgiri hanno esaminato la prevalenza di bullismo, segnalati dai genitori che hanno preso parte al sondaggio nazionale della salute dei bambini dal 2003-2007. 
L'indagine ha mostrato che quasi uno su sei giovani da 10-17 anni è vittima del bullismo, i risultati dell'indagine hanno inoltre dimostrato che il 23% dei bambini erano vittime di bullismo da un altro giovane nel 2003 rispetto al 35% nel 2007, quindi il fattore era in crescita.
Alcuni fattori che aumentano le probabilità che un bambino diventi un bullo aumentano, sono ad esempio coloro i cui genitori spesso si sentono arrabbiati con loro o fanno sentire il loro bambino fastidioso, inoltre, aumentano i rischi nei bambini con un problemi di sviluppo del comportamento ed emotivo e di quelli in cui le relazione con le madri sono turbolente, oppure aventi madri con una scarsa salute mentale. 
Infatti, circa uno su cinque , hanno problemi di sviluppo comportamentale-emotivo.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...