sabato 27 novembre 2010

La rete punisce la Gelmini


La rete è grande, quando una persona si mette in vista su internet realizzando un video non può nascondere le proprie magagne, o sei credibile o ti scoprono dopo 2 secondi e ti mandano a quel paese, la rete è il luogo più democratico che esista, non ha censure ne vincoli, guardando questa patetica giustificazione che la ministra Gelmini dà, dicendo di non farsi "strumentalizzare" è meravigliosa, vi invito a vedere sia i pollici su e giù che i commenti del video, si evince una cosa, o che la Gelmini non la vuole nessuno e fa pena come ministra o youtube è comunista come direbbe B!
Mariastella tu che parli di racomandati, di privilegi e di altre cose simili, ma ti sei dimenticata che sei andata a Reggio Calabria per sostenere un esame dove il 93% dei partecipanti passava essendo tu di Brescia dove solo il 13% passava? video.
Non voglio sprecare altre parole e guardate come di chi rete ferisce di rete perisce, ecco la video lettera degli studenti che subito rispondono alla Mariastella nazionale

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...