martedì 7 settembre 2010

Casoria dice no alla “bio”massa


Le due conferenze a cui ho preso parte oggi martedì 17 e ieri svoltesi nel comune di Casoria(NA) che trattavano la costruzione di una centrale elettrica alimentata a biomasse, il progetto prevede una bella ciminiera da 8,7 Megawatt di sostanze cancerogene che affaccia a soli 6 m dalla casa più vicina, in zona Arpino dove oltre al problema di inquinamento acustico(aerei), elettromagnetico(traliccio dell’ ENEL), si aggiungerebbe questo, che oltre a danneggiare la salute dei cittadini avrebbe anche un insopportabile puzza d’aglio.
Nella prima conferenza hanno partecipato i ragazzi del comitato Noi di Arpino, con la presenza del sindaco Stefano Ferrara e di 2 assessori, il primo cittadino sembrava totalmente all’oscuro del progetto e sull’ argomento che stavamo trattando, sebbene incline alla collaborazione e alla chiusura della centrale a patto che si trovassero i mezzi legali per poter affrontare il ricorso al TAR. Per vie legale l’Arin ha tutti i mezzi per poter vincere: il lotto di terra di sua proprietà, ha tutti i pareri positivi da parte della regione, la legge del 2003 secondo la quale al di sotto dei 50 megawatt non si può costuire un abominio come quello, e dulcis in fundo anche dal punto di vista del piano regolatore hanno ragione, essendo al zona sulla carta una zona industriale, ma in realtà densamente abitata da 35.000 persone. L’ unico problema (ironicamente) sollevatosi a chiusura dell’accordo era stato un rimprovero per quanto riguarda i marciapiedi mancanti nel cantiere che avrebbero fatto transitare gli operai.
Nella seconda conferenza in cui oltre al comitato hanno partecipato 2 ingegneri dell’Arin si è verificato ciò che ci aspettavamo, abbiamo potuto mettere a fuoco le loro intenzioni che erano davvero misere di contenuti, i tecnici hanno tentato di giustificare sia il progetto che le biomasse come fonte alternativa con cavilli legali senza comprovare che le suddette facessero più danni che elettricità, avvalendosi di alcuna documentazione. Il comitato infine dopo aver discusso ha lasciato la sala con un netto no alla costruzione, ragion per cui il sindaco convocherà dei tecnici per valutare l’effettiva dannosità delle biomasse e dell’ulteriore rumorosità che arrecherà, con la supervisione dei cittadini e dell’Arin, siete tutti invitati al coniglio comunale di Giovedì 9 Settembre alle ore 17:00 presso il comune di Casoria in Piazza Domenico Cirillo.
Biomasse, fonte Wikipedia

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...