giovedì 23 settembre 2010

Caserta solidare con Cenname


A tutti voi oramai sarà nota la vicenda del sindaco di Camigliano Vincenzo Cenname, che per aver violato una legge vergogna, appunto la legge 26 che prevede di inviare i dati della raccolta differenziata ai consorzi succhiasangue, è stato esonerato, cacciato per aver fatto il proprio dovere e aver portato la raccolta spinta porta a porta al 65%, un dato che in Campania è una vera soddisfazione.
Con lui erano presenti sotto la prefettura vari sindaci dei comuni limitrofi, il presidente dell' associazione comuni virtuosi a 5 stelle, e naturalmente la popolazione di Camigliano.
La comunità di camigliano è pronta alle votazioni per far risalire democraticamente Cenname, una prova di come la gente sia stufa di subire ingiustizie e soprattutto vuol rivendicare e difendere chi fà il proprio dovere, ed anche bene!
Ecco la photogallery

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...