lunedì 17 maggio 2010

Una ribellione rosa (e non)

di Vincenzo Barbato

Che la televisione italiana fosse paragonabile a spazzatura non era la novità dell' anno, tralasciando l' informazione di regime vediamo programmi come il grande fratello o l' isola dei famosi, le varie fattorie plagiano le menti dei ragazzini e danno loro l impressione che la vita si riduca ad avere un bel corpo ed usarlo per i propri interessi, tralasciando quella che è la cultura, la virtù che ti apre le porte del mondo intero, ringraziando Maria Defilippi e Barbara D' Urso del bell' esempio che danno, invitando le pupe e i vari Corona e Sgarbi che anziché andare in galera si vantano delle "marachelle" che compiono, indisturbati.
L ' articolo che state leggendo è un elogio alle persone che hanno fatto girare nel web questa bellissima iniziativa rosa, una mail bombing indirizzata a Mediaset, che fa sentire la voce delle donne capaci ed intelligenti, che si sentono oltraggiate dal programma "la pupa ed il secchione", tutti noi purtroppo abbiamo potuto constatare il livello intellettivo di quelle donne, belle, ma pur sempre cattivi esempi per la società, per non parlare di quegli imbranati che più laureati sembrano matti usciti da un manicomio.
Ciancio alle bande come diceva Totò ecco qui l' evento facebook a cui aderire ed inviare la mail a Mediaset, fatelo tutti e condividete!

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...