sabato 1 maggio 2010

TUTTI I “LODI” VENGONO AL PETTINE

Di Vincenzo Barbato

Ci ripensano seriamente i signori politici pagati da noi per fare i nostri interessi, ma si sono dimenticati di questo e ci trattano da servi girando scortati e con auto blu.
Infatti vogliono far ripassare il cosiddetto lodo Alfano-Gasparri bis, costituzionale, ma la realtà è ben diversa e lo capirebbe anche un bambino di 9 anni, se leggessero la costituzione, che non sanno neanche quanti articoli ha, si renderebbero conto che al punto numero 3 dice una cosa semplice, ovvero i cittadini, tutti, sono uguali di fronte alla legge.
Questo lodo modificato, ma la ciccia è sempre la stessa, ha come missione principale coprire il premier, rendendolo immune dai processi, i ministri ed il capo di stato, tranne i presidenti delle camere, diverso da quello precedente che li difendeva, la lega alla fine ha trasmesso loro il razzismo(istituzionale).
L’ ultima modifica è stata realizzata perché il compagno Fini (ovviamente contrario al lodo da sempre) si è schierato non con la sinistra, ma peggio, con la costituzione e lo stato di diritto!
Ormai siamo arrivati al culmine, Berlusconi è convinto nel suo delirio di onnipotenza di continuare a regnare ancora incontrastato per altri tre anni, dopo che lo stanno abbandonando tutti, vedi Bocchino, Fini, tenuto sotto ricatto dalla lega nord che vuole il federalismo a tutti i costi e immediatamente.
Come dice Grillo, sentiremo presto i loro elicotteri ed il cainano dovrà rifugiarsi ad Hammamet come il suo padrino Craxi.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...