sabato 20 marzo 2010

Il Pdl conosce l’amore, gli altri no!

di Vincenzo Barbato

Cosa c’è di peggio per un paese ridotto in questo stato. Vedere un’opposizione taciturna ed accondiscendente al volere del padrone? Oppure guardare dall’inizio alla fine una manifestazione con un vecchio camuffato da giovane che racconta, anzi spara a ripetizione menzogne? Be forse in questo caso sarò sadico, ma voglio raccontarvi un po’ delle cose che sono accadute durante questa oscenità democratica.
Innanzitutto voglio rivelare a tutta l’ Italia che il Pdl ha avuto la macabra idea di voler rimanere altri 3 anni, non sto a ribadire che hanno pagato 100 euro ogni disoccupato per fargli indossare la maglietta del partito dell’ amore, ma questo tipo di comportamento per attirare lo attuano tutti i partiti ma è giusto menzionarlo, con grande apprezzamento ho notato che la maggior parte dei partecipanti erano anziani, e come biasimarli, loro ormai sono giunti alla pace senile, invece siamo noi giovani a rimanere senza un lavoro, con la scuola e università fatta a pezzi e con cervelloni che scappano sempre di più, inoltre non si è sentito nessun abruzzese felice o nessun napoletano(non del centro)che urlasse viva Silvio! Oppure un cassintegrato, un lavoratore di Eutelia, Alcoa, di Termini Imerese, dell’ ISPRA o qualche operaio sui tetti e scusate se dimentico gli altri. La verità è che B può fare affidamento solo sui vecchi, tanto costituiscono il 15% del paese ed è una bella fetta di voto.
Il commento del Pd fa ribrezzo, Bersani con questo clima è riuscito solo a dire: “mi auguro che questa manifestazione sia una manifestazione costituzionale”.
Di Pietro invece: “questa manifestazione può solo sconfessare chi l’ha organizzata e chi vi partecipa ”.
Berlusconi ha parlato insieme all’ amico Bossi, quello contro di lui e gli dava del mafioso e che oggi si trova d’accordo con tutto quello che dice. Il suo bel partito xenofobo, omofobo e razzista ha distribuito saponette anti-immigrati, supportandolo e ribadendo le proprie radici cristiane è ritenendo che sia la religione della libertà. Ovviamente B ha tirato fuori i soliti dati fasulli, milioni di euro sequestrati alla mafia, tanti criminali messi in gattabuia grazie al governo, le intercettazioni che lo vedono protagonista sono “normali conversazioni”, senza però dire qual era l argomento delle suddette, c’è un clima d’odio creato dalla sinistra “aggressiva ”, magari fosse così. Parla delle liste di Roma eliminate, privando gli elettori della loro bella Renata inquisita, insomma che dire, San Remo al confronto sembra più veritiero ed imparziale.
Ma la cosa che assolutamente mi ha sorpreso è stata la grande idea, mai rivelata e sfornata oggi. Il premier ha promesso di piantare 1 milione di alberi, facendo si che l’Italia diventi il giardino d’Europa, invece di bruciare le leggi che privatizzano l’ acqua, per costruire centrali nucleari e la magari tenendo in considerazione un’altra forma di energia chiamata rinnovabile, ma non ditelo a nessuno, mantenete il segreto, queste idee le hanno i bolscevichi sovversivi che provano solo odio.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...