giovedì 12 novembre 2009

Il caso Mills parte II


David Mills è stato corrotto da Silvio Berlusconi per le testimonianze rese dal legale inglese, a Milano, nell'ambito di due processi (All Iberian e quello sulle presunte tangenti alla Guardia di Finanza) che vedevano tra gli imputati il premier. Lo scrivono i giudici della seconda corte d'appello di Milano nelle motivazioni della sentenza con la quale, hanno confermato la condanna di Mills a quattro anni e mezzo. I giudici hanno spiegato in una sentenza di 92 pagine, che ha confermato la condanna a Mills a 4 anni e 6 mesi per essere stato testimone reticente, sotto compenso di 600mila dollari, nei due processi. Per la Corte d'Appello di Milano il momento in cui si consuma il reato è il 29 febbraio 2000, in ogni caso il passaggio in giudicato della sentenza di condanna di Mills non potrebbe produrre alcune effetto giuridico a carico di Silvio Berlusconi, che è rimasto formalmente estraneo al processo in virtù del Lodo Alfano. Le future vicende legate al processo a carico del premier Berlusconi, che ora riprenderà in primo grado a Milano, potrebbero forse essere condizionate dalla riforma della giustizia ora allo studio, sia che si traduca nella riduzione dei termini di prescrizione sia che si risolva nell'abbreviazione dei tempi di durata dei singoli gradi di giudizio.

Condividi su:

Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su MySpace Posta su StumbleUpon Condividi su Reddit Condividi su Delicious Altri...